STATUTO dell' Associazione OLTRE ...

Art. l) E’ costituita a tempo indeterminato l'Associazione denominata OLTRE ... con sede in 40141 Bologna, Via Mercadante l

 

Art. 2) L'Associazione non ha scopo di lucro, nè finalità politiche o religiose, e si propone di dare un suo contributo sul territorio collegandosi con altre realtà culturali a livello locale ed internazionale, presente come fonte creatrice di idee, progetti, scambi multimediali ed interculturali, rassegne nel campo del teatro, danza, musica e arti visive.

In particolare intende:

 

  1. promuovere attività di ricerca, di formazione e informazione, convegni e forum con scambi di esperienze nell'ambito educativo, artistico e della comunicazione. Propone modelli di interventi indirizzati ad aree specifiche da considerarsi possibili progetti pilota

  2. promuovere, sostenere e partecipare ad attività didattiche, progetti, spettacoli, rassegne al fine di creare un circuito di divulgazione, promozione ed approfondimento degli obiettivi sopracitati

  3. proporsi attraverso servizi di consulenza tecnica, di intermediazione, organizzazione e svolgimento di scambi interculturali

  4. creare una possibilità di dialogo tra i promotori dei vari progetti esperienziali con le università e corrispettivi dipartimenti e istituzioni in genere.

 

Art. 3) Potranno essere soci persone fisiche ed Associazioni che condividono le finalità ed i programmi dell'Associazione. I soci si dividono in:

 

  1. SOCI EFFETIVI - fanno parte di questa categoria i soci fondatori e quelli che, su proposta di un socio effettivo, acquisiscono tale qualifica con il parere favorevole del Consiglio Direttivo:

b) SOCI SOSTENITORI - fanno parte di questa categoria coloro che con contribuzioni, erogazioni liberali, donazioni, sottoscrizioni o altro, dimostrino tangibilmente di condividere e sostenere l'attività svolta dall'Associazione.

  1.  

 

Art. 4) La qualifica di soci si ottiene presentando domanda al Consiglio Direttivo, il quale delibera l'ammissione ad una delle categorie sopra indicate. L'eventuale non accoglimento della domanda deve essere motivato da parte del Consiglio Direttivo. Le iscrizioni decorrono dal primo gennaio dell'anno in cui la domanda è stata accolta.

 

Art. 5) L'appartenenza all'Associazione ha carattere libero e volontario, ma impegna i soci al rispetto delle decisioni assunte dagli Organi rappresentanti, secondo le disposizioni statutarie.

 

Art. 6) La qualifica di socio può venire meno per i seguenti motivi:

 

  1. per dimissioni da comunicarsi almeno tre mesi prima dello scadere dell'anno;

  2. per la perdita, anche parziale, dei requisiti in base ai quali e avvenuta l'ammissione;

  3. per delibera di esclusione del Consiglio Direttivo, per accertati motivi di incompatibilità o per aver contravvenuto alle norme o obblighi del presente statuto o di eventuali regolamenti interni;

  4. per ritardato pagamento dei contributi per oltre un anno;

 

il Consiglio Direttivo procederà entro il mese di gennaio di ogni anno alla revisione dell' elenco dei soci iscritti;

 

Art. 7) Sono Organi dell'Associazione:

 

  1. l'Assemblea,

  2. il Consiglio Direttivo

  3. il/la Presidente.

 

Art. 8) L'Assemblea deve essere convocata dal Consiglio Direttivo almeno una volta all'anno entro quattro mesi dalla chiusura dell'anno stesso, per l'approvazione del bilancio consuntivo.

Oltre al caso previsto, l'Assemblea potrà essere convocata per decisione del Consiglio Direttivo o su richiesta di almeno un decimo dei soci.

L'Assemblea è convocata con preavviso di almeno 15 giorni mediante avviso da affiggersi presso la sede dell'Associazione.

Potranno prendere parte alle assemblee i soli associati in regola con il versamento della quota annua e non soggetti a provvedimenti disciplinari in corso di esecuzione. Hanno diritto di voto tutti i soci maggiorenni: effettivi e sostenitori. Non sono ammesse deleghe.

L'Assemblea è validamente costituita in prima convocazione con la presenza di almeno la metà dei soci, ed in seconda convocazione, di norma 24 ore dopo la prima convocazione, qualunque sia il numero dei soci presenti; delibera in entrambi i casi con la maggioranza di meta più uno.

Per modificare l'atto costitutivo e lo statuto occorre la presenza in assemblea di almeno 3/4 degli associati e il voto

favorevole della maggioranza dei presenti.

 

Art. 9) Compiti dell'Assemblea sono:

 

  1. Approvare il bilancio consuntivo e preventivo;

  2. Nominare i membri degli Organi dell'Associazione;

  3. Deliberare su ogni argomento sottopostole dal Consiglio Direttivo

  4. Deliberare sullo scioglimento dell'Associazione;

  5. Deliberare sulle proposte di modifica dello Statuto;

  6. Deliberare su ogni argomento di carattere straordinario sottopostole.

 

Art. lO) Il Consiglio Direttivo è formato da 3 a 7 membri nominati dall'Assemblea e dura in carica tre anni. Possono ricoprire cariche sociali i soli soci in regola con il pagamento delle quote associative, che siano maggiorenni e che abbiano un'anzianità associativa di almeno due anni.

L'Assemblea stessa nomina il Presidente; il Consiglio nel suo ambito provvede alla nomina di un Segretario con compiti di segreteria e alla nomina di un Tesoriere con compiti amministrativi, nonché di un Vicepresidente che sostituisce il presidente in caso di sua assenza o impedimento temporaneo ed in quelle mansioni nelle quali venga espressamente delegato.

Nel caso che per qualsiasi ragione, durante il corso dell'esercizio venissero a mancare uno o più consiglieri che non superino la metà del consiglio, i rimanenti provvederanno alla integrazione del consiglio con il subentro del primo non eletto, a condizione che abbia riportato almeno la metà dei voti conseguiti dall'ultimo consigliere effettivamente eletto. Ove non vi siano candidati che abbiano tali caratteristiche, il consiglio proseguirà carente dei suoi componenti fino alla prima assemblea utile dove si procederà alle votazioni per surrogare i mancanti che resteranno in carica fino alla scadenza dei consiglieri sostituiti.

Nel caso di impedimento del presidente del consiglio direttivo a svolgere i suoi compiti, le relative funzioni saranno svolte dal vice-presidente tino alla nomina del nuovo presidente che dovrà aver luogo alla prima assemblea utile successiva.

Nel caso di dimissioni della maggioranza dei componenti il consiglio direttivo dovrà considerarsi decaduto e quindi il Presidente dovrà convocare immediatamente e senza ritardo l'assemblea ordinaria per la nomina del nuovo consiglio direttivo.

Nel caso di dimissioni del Presidente il consiglio direttivo dovrà considerarsi decaduto e non più in carica e dovrà essere convocata immediatamente e senza ritardo l'assemblea ordinaria per la nomina del nuovo consiglio direttivo. Fino alla sua nuova costituzione e limitatamente agli affari urgenti e alla gestione dell'amministrazione ordinaria dell'associazione, le funzioni saranno svolte dal consiglio direttivo in regime di prorogatio.

 

Art. 1l) Il Consiglio Direttivo si riunisce quando le necessità lo richiedono e comunque ogniqualvolta venga convocato dal Presidente oppure se ne sia fatta richiesta da almeno la metà dei consiglieri.

II consiglio direttivo è validamente costituito con la presenza della maggioranza dei consiglieri in carica e delibera validamente con il voto favorevole della maggioranza dei presenti; in caso di parità il voto del presidente è determinante.

Il Consiglio Direttivo ha il compito di:

 

  1. Deliberare in merito all'eventuale pagamento una tantum della quota d'iscrizione all'Associazione che i Soci dovranno versare al momento dell'ammissione;

  1. Deliberare il contributo annuo ordinario;

  2. Predisporre il bilancio consuntivo da sottoporre all'approvazione dell'Assemblea;

  3. Deliberare nel merito ad atti di carattere patrimoniale e finanziario eccedenti l'ordinaria amministrazione;

  4. Revisionare l'elenco dei soci all'inizio di ogni anno;

  5. Deliberare su ogni altro argomento sottopostogli dal Presidente.

 

 

 

Art. 12) Il Presidente rappresenta l'Associazione a tutti gli effetti di fronte a terzi ed in giudizio.

Al Presidente spetta la firma degli atti sociali che impegnino l’Associazione sia nei riguardi dei soci che dei terzi.

Il Presidente può delegare parte dei propri compiti ad uno o più Consiglieri.

Art. 13) Il Patrimonio Sociale dell'Associazione è costituito:

 

  1. dalla quota di iscrizione all'Associazione da versarsi una tantum all'atto di ammissione di socio

  2. dai contributi annui ordinari

  3. dalle quote dei soci sostenitori

  4. da eventuali contributi straordinari in relazione a particolari iniziative che richiedano disponibilità eccedenti quelle del bilancio

  1. da versamento volontari degli associati

  2. da contributi di Pubbliche Amministrazioni; Enti Locali; Istituti o Enti in genere;

  3. da sovvenzioni, donazioni o lasciti di terzi associati

 

Art. 14) I contributi annui ordinari sono dovuti per tutto l'anno solare in corso qualunque sia il momento dell'avvenuta iscrizione da parte di nuovi soci. Il socio dimissionario o che comunque cessa di far parte dell'Associazione è tenuto al pagamento del contributo sociale per tutto l'anno solare in corso.

 

Art. 15) Il consiglio direttivo redige il bilancio dell'associazione. sia preventivo che consuntivo da sottoporre all'approvazione assembleare. Il bilancio consuntivo deve informare circa la complessiva situazione economico­finanziaria dell'associazione. Il bilancio deve essere redatto con chiarezza e deve rappresentare in modo veritiero e corretto la situazione patrimoniale ed economico-finanziaria della associazione. nel rispetto del principio della trasparenza nei confronti degli associati.

Insieme alla convocazione dell'assemblea ordinaria che riporta all'ordine del giorno l'approvazione del bilancio. deve essere messo a disposizione di tutti gli associati, copia del bilancio stesso.

 

Art. 16) Il socio che cessi per qualsiasi motivo di far parte dell'Associazione perde ogni diritto al patrimonio sociale.

 

Art. 17) L'esercizio sociale inizia il primo di gennaio e termina il 31 dicembre di ogni anno. L'amministrazione e la tenuta della contabilità sono affidate al Segretario e al Tesoriere del Consiglio Direttivo.

 

Art. 18) Lo scioglimento dell'Associazione è deliberato dall'assemblea generale dei soci. validamente costituita con la presenza di almeno 3/4 degli associati aventi diritto di voto. con l'approvazione. sia in prima che in seconda convocazione. di almeno 3/4 dei soci. Così pure la richiesta dell'assemblea generale straordinaria da parte dei soci avente per oggetto lo scioglimento dell'Associazione deve essere presentata da almeno 3/4 dei soci con diritto di voto. L'assemblea, all'atto di scioglimento dell'associazione. nominerà uno o più liquidatori e delibererà in merito alla destinazione dell'eventuale residuo attivo del patrimonio dell'associazione.

La destinazione del patrimonio residuo avverrà a favore di altra associazione che persegua finalità analoghe e comunque a fini di utilità sociale, fatta salva diversa destinazione imposta dalla legge.

 

Art. 19) Il Consiglio direttivo potrà elaborare un regolamento interno per il funzionamento e l'esecuzione di particolari norme contenute nel presente statuto e lo sottopone all'assemblea per la sua delibera.

 

Art. 20) Per tutto quanto non previsto dal presente statuto si fa rinvio alle norme di legge ed ai principi generali del Codice Civile.